MEDIAPOP
"Babbo mi diceva che un problema è sempre un grande problema, è proporzionale all’età che si ha. Per un bambino, il suo giocattolo rotto è un grande problema.
Per un adolescente, il compito in classe o il/la ragazzino/a che gli piace e non se la/lo fila è un grande problema. Per un ragazzo, un esame all’università o un motorino rotto, sono grandi problemi.
Ed un adulto in tutte queste situazioni sorride, perché sa che ci sarà soluzione per ognuno di tutti quei problemi e cerca di indirizzare alla soluzione il proprio figlio, senza però fornirgliela direttamente, deve imparare a cavarsela. E poi diventi adulto, ed i problemi sembrano giganti come quelli del bambino con il suo giocattolo. E sai che una soluzione ci sarà, ma le scelte, i dubbi, sono tuoi e nessuno te li scioglierà e ti indirizzerà verso la soluzione migliore, o semplicemente quella più facile. E allora, passi notti insonni, giornate a pensare se la strada scelta sia quello giusta, se la cosa fatta sia opportuna. Non esistono risposte, se non a posteriori, dopo anni.
Ogni problema è sempre un grande problema, ed è tanto più grande quanto più grandi siamo e più esperienza abbiamo. Ma la soluzione c’è, è li, bisogna solo trovarla."
Giovedì, 17 Aprile 2014
Mercoledì, 16 Aprile 2014
Martedì, 15 Aprile 2014

Oncologia pediatrica Bambin Gesù, Roma.

Vorrei, vorrei. Quante cose vorrei. E quante cose che ho ma che non voglio.

Lunedì, 14 Aprile 2014
Giovedì, 3 Aprile 2014
Lunedì, 31 Marzo 2014
 
1 di 397
Pagina successiva